SEBIGAS RENEWABLE ENERGY SRL

Via Santa Rita, 14 – 21057 Olgiate Olona (VA)

Tel: 0331 1817711

E-mail: [email protected]

Sito web: www.sebigas.it

Attività

Dal 2008 Sebigas progetta, realizza e gestisce impianti biogas in tutto il mondo. Supportata dalla pluriennale esperienza industriale e dalla forte propensione internazionale del gruppo TICA, Sebigas si pone come un solido partner per il mondo del biogas con un portfolio di 84 impianti dislocati in tutto il mondo, con moduli di produzione elettrica e di biometano.

Sebigas è in grado di fornire impianti su misura che possono soddisfare le richieste del cliente, sfruttare al meglio il potenziale di ogni biomassa a disposizione, e garantire performance ottimali e continue.
Il portfolio Sebigas vanta un track record di oltre 8.600 ore l’anno alla massima potenza.

LA TECNOLOGIA SEBIGAS
In un impianto biogas i substrati organici più comunemente utilizzati sono scarti agricoli, deiezioni animali, scarti di macellazione, colture energetiche, fanghi di depurazione, residui agro-industriali e rifiuti organici. Sebigas ha sviluppato delle tecnologie specifiche che si adattano alle caratteristiche delle matrici, sfruttando il totale del potenziale metanigeno.

CSTR (Continuous-flow Stirred Tank Reactor)
La tecnologia è basata su un flusso semi-continuo di biomassa fresca in ingresso in digestori a temperatura controllata e miscelati, e di un output chiamato digestato.
Vantaggi:

  • Tecnologia flessibile in grado di gestire al meglio ogni tipo di biomassa a disposizione
  • Manutenzione semplice e ottimizzata al fine di non avere fermi impianto
  • Disponibilità di impianto massimizzata grazie a equipaggiamenti e materiali di alta qualità
  • Ottimo sistema di miscelazione
  • Autoconsumi ridotti grazie all’ottimizzazione del tempo di funzionamento di mixer e pompe ad opera del sistema di controllo

CLBR (Covered Lagoon Bio Reactor)
La tecnologia è basata su reattori a lagoni coperti con recupero del gas prodotto. È adatta per il trattamento di rifiuti agro-industriali organici liquidi, semi-liquidi e solidi selezionati quali scarti di lavorazione dello zucchero e dell’etanolo, effluenti del trattamento dell’olio di palma (POME), acque residuali della tapioca, liquami suini e altri.

Vantaggi:

  • Tecnologia semplice ed economica
  • Volumi di gestione elevati che garantiscono stabilità al processo biologico e alle variazioni di carico organico
  • Elevato grado di affidabilità rispetto a processi waste-to-energy alternativi
  • Possibilità di applicare questa tecnologia a lagoni già esistenti.
I numeri

Impianti realizzati / Realizzazioni: 84

Presenza sul mercato: dal 2008

X