Il CIB – Consorzio Italiano Biogas rappresenta il comparto italiano della produzione di biogas e biometano in agricoltura e intende essere il punto di riferimento per tutto il settore.

Il CIB è la prima aggregazione volontaria che riunisce aziende agricole produttrici di biogas e biometano da fonti rinnovabili, le aziende o società industriali fornitrici di impianti, tecnologie e servizi per la produzione di biogas e biometano, Enti ed Istituzioni che contribuiscono a vario titolo al raggiungimento degli scopi sociali, di diffusione e promozione della tecnologia della digestione anaerobica per il comparto agricolo.

Il CIB, strumento tecnico voluto dai produttori per i produttori, è attivo sull’intero territorio nazionale e rappresenta tutta la filiera della produzione di biogas e biometano in agricoltura.

Il CIB è inoltre socio fondatore di EBA (European Biogas Association). Possiede pertanto il titolo per rappresentare gli interessi del settore anche a livello delle Istituzioni Europee nell’orientamento delle Direttive Comunitarie.

 LA NOSTRA MISSION

Lo scopo principale del Consorzio è promuovere lo sviluppo del biogas e biometano e dare un contributo concreto al raggiungimento degli obiettivi fissati a livello comunitario e nazionale, sulla promozione ed uso dell’energia da fonti rinnovabili. Il CIB vuole essere un punto di riferimento per le istituzioni nell’orientamento delle scelte sulle normative nazionali, regionali e locali.  Per questo offre agli associati indicazioni concrete al fine di promuovere lo sviluppo tecnico del comparto attraverso il continuo miglioramento, l’ottimizzazione e l’innovazione dei processi produttivi.

I NOSTRI OBIETTIVI

Promuovere la divulgazione e la conoscenza del biogas e del biometano come risorsa economica e sociale di sviluppo dell’agricoltura e del Paese.

Promuovere lo sviluppo della cogenerazione da biogas e della produzione di biometano per dare un contributo concreto alla produzione di energia e carburanti rinnovabili al fine di permettere all’Italia il rispetto e il raggiungimento degli obiettivi fissati a livello comunitario sulla promozione dell’uso delle energie da fonti rinnovabili  e l’abbattimento delle emissioni climalteranti secondo le indicazioni del Protocollo di Kyoto e dell’Accordo di Parigi.

Fornire proposte tecniche di indirizzo per le normative incentivanti e di gestione, attraverso il confronto interno con le diverse componenti della filiera e all’esterno con gli Enti e le Autorità Europee, Nazionali e Locali.

Contribuire all’ottimizzazione dei processi produttivi attraverso una migliore efficienza nella gestione degli impianti, con benefici ambientali ed economici, potendo contare sul dialogo e il confronto tra la componente agricola, le diverse componenti industriali e gli enti di ricerca e sviluppo aggregati nel CIB.

Supportare e incentivare la sostenibilità ambientale (riduzione delle emissioni di CO2), agronomica (Direttiva Nitrati) ed economica (integrazione del reddito) sostenendo e promuovendo l’integrazione delle attività agricole e agrozootecniche tradizionali con quelle agro-energetiche.

Concorrere allo sviluppo economico-sociale del paese con la creazione di nuovi posti di lavoro, diretti e indiretti e alla valorizzazione del territorio, in linea con la richiesta di multifunzionalità dell’agricoltura e con le sfide della Politica Agricola Comunitaria in tema di tutela del suolo e della sicurezza ambientale.

Contribuire all’innovazione del comparto biogas e biometano fungendo da collettore fra gli associati e favorendo il trasferimento tecnologico, al fine di incentivare lo sviluppo di tecnologie sempre più razionali nello sfruttamento energetico del biogas (es.: biometano, power to gas).

Per saperne di più
X